Con Provvedimento del 3 febbraio 2015, l’Agenzia delle Entrate ha stabilito che a partire dal 20 febbraio 2015 il bollo virtuale venga pagato attraverso il modello F24.

È stato tuttavia previsto un periodo transitorio, tale per cui fino al 31 marzo 2015 il pagamento potrà essere effettuato utilizzando ancora il vecchio mod. F23.

Con Risoluzione n.12/2015 sono stati poi istituiti i codici tributo per il relativo pagamento:

  • Codice 2505 denominato “BOLLO VIRTUALE – RATA”
  • Codice 2506 denominato “BOLLO VIRTUALE – ACCONTO”
  • Codice 2507 denominato “BOLLO VIRTUALE – Sanzioni”
  • Codice 2508 denominato “BOLLO VIRTUALE – Interessi”

Per quanto riguarda la compilazione del mod. F24 è stato previsto quanto segue:

  1.  I codici tributo devono essere indicati nella sezione Erario;
  2. Deve essere riportato il codice atto, il codice ufficio e l’anno di riferimento (formato AAAA):
  3. Per quanto riguarda il codice tributo 2505 “BOLLO VIRTUALE – RATA” il campo “rateazione/regione/prov/mese di rif.to” deve contenere il numero della rata bimestrale utilizzando il formato NNRR, dove NN rappresenta il numero della rata in pagamento e RR rappresenta il numero totale delle rate bimestrali.

Scarica la circolare

Circolare n. 9 – Bollo virtuale – versamento a mezzo F24

 

 

Bollo virtuale – versamento a mezzo F24